Come risparmiare sulle assicurazioni auto

assicurazione auto

Quando ci si appresta a scegliere una nuova assicurazione auto quello che ci si chiede come prima cosa, è cosa incide – in termini di costi – sull’RCA?

Il premio della polizza assicurativa RC Auto si calcola in base alla possibilità che il conducente del veicolo sottoposto a polizza ha di provocare incidenti.

Ecco i principali fattori che incidono sui costi dell’RCA:

  • Classe di merito di ingresso
  • Età del contraente
  • Anzianità della patente di guida
  • Punti patente
  • Professione del contraente
  • Luogo di residenza
  • Percorrenza, km annui
  • Tipo di guida: se la guida è “esclusiva”, il premio è minore
  • Maggiore è la cilindrata e la potenza e più si paga
  • Tipo di alimentazione: benzina, diesel, elettrica


Consigli per risparmiare su RC Auto e Moto

Confrontare prezzi e preventivi: il primo consiglio è quello di non scegliere velocemente la polizza auto o moto, ma di prendersi del tempo e valutare bene tutte le polizze online. Fare più preventivi è il modo migliore per risparmiare e trovare l’offerta sempre migliore. I dati che dovete tenere in considerazione e comparare sono massimali e franchigia.
Cambiare assicurazione: l’abolizione del tacito rinnovo facilita l’operazione. Non dovete infatti più fare la disdetta e potete cambiare con una polizza più vantaggiosa in tempi brevi. Anche se avete già una polizza non adagiatevi sulla vostra attuale polizza, c’è il mercato libero, continuate a confrontare e potrete pagare ancora meno rispetto all’attuale polizza.
Legge Bersani: la legge 40/2007 permette di beneficiare della classe di merito di un familiare convivente. Questo significa che è possibile pagare di meno rispetto alla polizza d’ingresso se nel nucleo familiare c’è una persona con anzianità di guida. I veicoli da assicurare devono essere della stessa tipologia (auto e auto, non auto e moto), essere entrambi intestati a una persona fisica e la polizza da cui ereditare la CU deve essere attiva.
Scatola nera: La black box raccoglie dati che, in caso di sinistro, aiutano a chiarire le dinamiche. L’entità dello sconto varia da compagnia a compagnia, ma nessuna può esimersi dall’applicarlo a fronte dell’installazione di questa scatola nera.
Garanzie accessorie: quali polizze aggiuntive alla RC obbligatoria servono davvero? Leggete bene tutto il contratto prima di tuffarvi nella scelta instintivamente. Furto e Incendio, atti vandalici, cristalli, Kasko, eventi naturali sono coperture da aggiungere solo se pensate che siano effettivamente necessarie per la vostra situazione specifica. L’unica obbligatoria è infatti la RC, mentre le altre faranno lievitare il prezzo annuo, ma spesso non servono affatto.

Adesso che sapete quali sono tutti i trucchi per risparmiare di meno potete scegliere tra le offerte che abbiamo selezionato per voi qui sotto generando un preventivo in più di un portale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *